Informazioni
Rassegna stampa
Eventi
Storia
quiLibri
quiSpot:
La storia di Girifalco
Argomento: Storia
Autore: Provincia di Catanzaro
Data: 13/11/2003
L’origine dl girifalco e incerta, così come incerta è la derivazione del suo nome. varie sono le ipotesi avanzate in merito, ma tutte dubbie. il nome girifalco potrebbe avere origine dalla latinizzazione delle parole "ieros" e "fajecon" (sacri feàdi) abitanti di "skera", città che sorse, probabilmente, dove ha sede l’attuale roccelletta dl borgla. altra ipotesi vorrebbe l’origine del nome girifalco dalle parole greche "ieiros falcos" (sacra falange). sappiamo con certezza che i villaggi di caria,toco e s. vincenzo che prefigurano la futura cittadina,non furono mai conquistati dai bruzi,perché gravitarono sempre nell’orbita della vicinissima squillace; si spiega, così, la decisione del console claudio marcello, durante la difficile guerra contro annibale, di porre gli accampamenti su monte covello, precisamente nella località, ancora oggi, denominata "setto di marcello"; la particolare posizione del monte consente, arrampicandosi su qualche pino, di osservare i due golfi, per cui non sarebbe fuorviante sostenere che il console romano vi avesse lasciato, per la felice posizione strategica, qualche presidio militare; corroborano questa tesi i cocci di orciuoli ed anforette, nonche qualche punta di lancia, rinvenuti nel sistemare la statua della madonnina, che ancora oggi si puo ammirare. la sede dell’attuale abitato risale al x0 sec.. circa, quando gli abitanti, sparsi nella vallata del fiume "ghetterello" e nei villaggi di toco caria e san vincenzo, per sfuggire alle continue scorrerie dei saraceni che, dimorando a squillace, con la loro presenza infestavano la vallata, si rifugiarono sull’isolata rupe dl roccia calcarea denominata"terra vecchia" e costruirono il primo nucleo dell’attuale abitato. a girifalco si giunge attraverso la s.s. 384, imboccandola al bivio di roccelletta di borgia. tale strada attraversa un territorio fertile e ricco di acque che, fin dai tempi più antichi, fu praticato da popolazioni rurali attivissime e capaci, che, come vogliamo dimostrare, seppero sempre mantenere attivi rapporti coi popoli della più antica civiltà mediterranea. e’ per tutto ciò che girifalco va considerato uno dei territori più interessanti di tutta la calabria archeologica. la vicinanza con l’area d’interesse del nuovo parco archeologico nazionale della roccelletta ne accresce il valore, precisando alcuni rapporti essenziali all’economia della zona e documentandone altri in dimensioni finora ignote.