quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: La Riviera on-line
Data: 29/11/2006
Autore: Giovanni Maiolo
La Riviera on-line
Intervista ad Andrea G.Pinketts
Provincia: Reggio Calabria
Comune: Caulonia
Argomento: Cronaca
Intervista ad Andrea G.Pinketts

È la terza volta in un anno che torni a Caulonia. ti sei affezionato? No, sono molto pentito. Ovviamente scherzo. Non conosco il concetto del pentimento. Conosco invece e molto bene il concetto del ritorno ai luoghi coi quali si crea una sorta di empatia, coi quali improvvisamente scopri di avere delle radici che non avevi minimamente sospettato di avere ignorandone l’esistenza. Conosco la possibilita’ di incontrare delle persone in dei luoghi che sono l’emanazione di queste persone. Quindi conosco i miei limiti, sono pochissimi. Hai parlato di Caulonia anche sulle reti Mediaset. Raccontaci qualcosa dell’esperienza fatta a “La pupa e il secchione”. Non mi sarei mai aspettato di trovarti ad un reality. Pensa che teoricamente avrei dovuto partecipare come concorrente alla prima edizione dell’ “Isola dei famosi”. Ovviamente essendomi fatto spiegare le regole del gioco e avendo capito che non si poteva né bere, né fumare, né portarsi niente da leggere, né ascoltare musica, niente di tutto quello che fa sì che l’essere umano sia un uomo associato alla società, mi sono rifiutato e lì è nata la figura dell’opinionista. Quest’anno incidentalmente ho sostituito Vittorio Sgarbi che aveva litigato con Alessandra Mussolini e mi ha fatto molto piacere per un duplice motivo: io credo nella televisione popolare e credo nel trash più profondo, se consapevole. Il solo fatto che nei giorni in cui io partecipavo a la pupa e il secchione mi veniva conferito in Francia il Cavalierato della Repubblica Francesce per la cultura mi faceva capire che non ero né un secchione né una pupa, ero un pupo che si faceva passare i compiti dalle secchione ma frequentava le pupe. “Cavaliere”, devi togliermi una curiosità. Il tuo nome è Andrea G. Pinketts. La G. che cosa vuol dire? È una G variabile. Può voler dire gagliardo alla romana o goglione. Non ha un’accezione ma è soprattutto un grifone. Il grifone è un animale leggendario con il corpo di leone e la testa d’aquila. Questa è l’ultima versione della G. Cosa stai scrivendo adesso? Non potrei dirtelo ma te lo dico lo stesso perché mi sei particolarmente simpatico. Ho appena iniziato un libro, perché io inizio i libri il primo novembre o salto all’anno dopo. Ho scritto il titolo ma per me è già sufficiente. Si chiama “Depilando Pilar” ed è un romanzo sul problema della depilazione delle ascelle.