quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: Area Locale
Data: 03/10/2007
Autore: Carmelo Colosimo
Area Locale
Mesoraca: Più regole per l´uso di impianti sportivi
Provincia: Crotone
Comune: Mesoraca
Argomento: Sport
Mesoraca: Più regole per l´uso di impianti sportivi

Con l'approvazione di un apposito regolamento, saranno disciplinati, d'ora in poi, la gestione e l'uso degli impianti sportivi di proprietà comunale.
Il provvedimento è stato varato nel corso dei lavori dell'ultimo Consiglio comunale ed è stato illustrato dall'assessore Pasquale Romeo.
In questo settore il Comune vanta uno stadio di calcio in località Campizzi, utilizzato finora dalla squadra di calcio del Mesoraca che ha militato un prima ed ora in seconda categoria, alla quale si è aggiunto il neo promosso Real Filos Ippos.
Inoltre, a Filippa, vicino il Santuario dell'Ecce Homo, sorge un campo da tennis con accanto un campetto di calcio, che, dall'anno scorso, è stato completato con la realizzazione degli spogliatoi e di un impianto di illuminazione.
Sempre a Campizzi, tra lo stadio ed il parco giochi, vi è anche un campo da bocce, mentre due palestre sono presenti, una vicino alla scuola media di Santa Margherita, e l'altra accanto alla scuola elementare di via Petrarizzo.
Con la recente delibera consiliare è stato stabilito che la gestione degli impianti sarà affidata in via preferenziale a società ed associazioni sportive dilettantistiche, enti di promozione sportiva, discipline sportive associate e federazioni sportive nazionali, sulla base di convenzioni che ne stabiliranno i criteri d'uso.
Gli impianti sportivi saranno prioritariamente riservati allo svolgimento dei campionati federali, delle manifestazioni sportive di gruppi scolastici, di allenamenti, manifestazioni e tornei di società e associazioni che partecipano a rappresentazioni extrasportive, come attività culturali, religiose, spettacoli musicali, assemblee, convegni, congressi, seminari.
All'uso degli impianti possono accedere le società e le associazioni sportive affiliate alle federazioni sportive nazionali e/o ad enti di promozione sportiva, riconosciuti dal Coni, le scuole di ogni ordine e grado, gruppi sportivi amatoriali, enti pubblici e privati, associazioni private e singoli cittadini.