quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: Area Locale
Data: 03/10/2007
Autore: Redazione
Area Locale
Petilia Policastro: Puliamo il Mondo 2007
Provincia: Crotone
Comune: Petilia Policastro
Argomento: Ambiente
Petilia Policastro: Puliamo il Mondo 2007

Il Circolo di Legambiente di Petilia Policastro ha organizzato, sabato 29 settembre, la manifestazione “Puliamo il Mondo ”, l'edizione italiana di Clean Up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo. L’iniziativa, patrocinata dall’Assessorato all’Ambiente della provincia di Crotone, con la collaborazione del Centro di Educazione Ambientale di Santa Severina, ha visto la partecipazione delle scuole del territorio, di ogni ordine e grado.
Dal 1993, Legambiente Nazionale ha assunto il ruolo di comitato organizzatore in Italia ed è presente su tutto il territorio nazionale grazie all'instancabile lavoro di oltre 1.500 gruppi di "volontari dell'ambiente", che organizzano l'iniziativa a livello locale in collaborazione con associazioni, comitati e amministrazioni cittadine. Un impegno che continua a dare buoni frutti. Solo l'anno scorso i volontari sono stati più di 700.000, sparsi in più di 5.000 aree di 1.800 comuni italiani. 70.000 i sacchi raccolti e caricati su 2.000 camion.
Con Puliamo il Mondo sono stati recuperati numerosi luoghi dal degrado e, allo stesso tempo, si è promossa un'efficiente gestione dei rifiuti, una reale riqualificazione delle aree urbane e una più attenta valorizzazione degli ambienti naturali, preservandoli dall'abusivismo edilizio e dalla cementificazione.
Il futuro delle nostre città e del nostro pianeta dipende da quanto sapremo ridurre il nostro peso sulla Terra. Ognuno di noi può fare la differenza tutti i giorni contro l’inquinamento dell’aria e dell’acqua, contro lo spreco delle risorse energetiche, contro l’impoverimento della natura, contro un mondo di spazzatura.
Carta e cartone, imballaggi in plastica e alluminio, bottiglie di vetro, scarti di cucina, mobili vecchi, apparecchi elettronici che non funzionano più, sono esempi di rifiuti che possiamo raccogliere in maniera separata, recuperando materia attraverso il riciclo. i rifiuti possono diventare risorse attraverso la raccolta differenziata. Il riciclo dei materiali ha influenze anche sul clima. Diminuendo le quantità di rifiuti destinate alle discariche e agli inceneritori si riducono le emissioni di sostanze responsabili dei cambiamenti climatici. In Italia si stima che il riciclaggio dei rifiuti permetta di evitare l’immissione in atmosfera di una quantità compresa tra i 51 e i 72 milioni di tonnellate di CO2 equivalente.
L’iniziativa, che si è svolta in contemporanea a Petilia centro e nella frazione di Pagliarelle, coordinata da un gruppo locale di Legambiente, ha interessato le poche aree verdi urbane attrezzate che si presentano in un costante stato di degrado, di sporcizia. Di enorme gravità è lo stato di abbandono, di danneggiamento, che ha subito il nuovo complesso sportivo di loc. San Vincenzo che è stato, in parte, ultimato dopo alcuni decenni.
La manifestazione di Pagliarelle si è conclusa in loc. Portiglia, ai confini del Parco Nazionale della Sila. L’attività naturalistica è stata curata dall’ispettore superiore del Corpo forestale dello Stato: Carmine Scandale, della stazione di Vaccarizzo.
All’iniziativa di Petilia centro hanno partecipato le classi quinte della Scuola Elementare, una prima Media e una classe seconda del Liceo Scientifico, accompagnate dai rispettivi docenti: Rossella Carvelli, Elisa Castagnino, Angela Rotella, Giuseppina Vona, Domenico Manfreda, Luigi Concio e dal tecnico Santo Statti; nella frazione di Pagliarelle c’è stata l’adesione delle classi quarte e quinte della Scuola Elementare e delle due prime della Scuola Media, accompagnate dal dirigente scolastico la dott.ssa Maria Antonietta Santullo e dai docenti: Elisa Acquistapace, Carmela De Gennaro, Salvatore Greco