quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: DNA - Daily News Agency
Data: 04/10/2007
Autore: Redazione
DNA - Daily News Agency
Catanzaro: Assessore Granato fa il punto sull´occupazione spazi pubblici
Provincia: Catanzaro
Comune: Catanzaro
Argomento: Politica
Catanzaro: Assessore Granato fa il punto sull´occupazione spazi pubblici

L’assessore al patrimonio, Francesco Granato, ha presieduto la conferenza dei servizi per fare il punto sulla fase di avvio del progetto che riguarda il controllo della regolarità dell’occupazione degli spazi pubblici nel centro storico della città. Una verifica che la giunta ha affidato contestuale ai settori di: Comando Polizia Municipale, Gestione del Territorio e Patrimonio, con l’obiettivo , attraverso un’azione sinergica e contestuale, di svolgere un controllo sulla regolarità tecnica ed amministrativa delle attuali occupazioni di spazi pubblici, così come perimetrato dal vigente Piano Regolatore Generale. All’incontro con l’Assessore erano presenti i dirigenti: generale Antonio Salerno, architetto Carolina Ritrovato e l’architetto Fausto Rippa.
“Il carattere “sperimentale” del programma – ha spiegato Granato - nasce dalla necessità di porre rimedio ai danni causati all’ambiente, all’immagine ed al decoro della città, dalla presenza di interventi “spontanei”, non sempre rigorosamente rispettosi della vigente normativa in materia urbanistica, nella zona più antica della città. Scopo della iniziativa della giunta presieduta dal sindaco Olivo - ha aggiunto l’Assessore - è quello di ottimizzare l’azione amministrativa nel contesto di un servizio che, storicamente, ha sottovalutato l’importanza del controllo, rafforzando, così,la legalità ed il rispetto delle regole. Il risultato sarà condizionato dalla rapidità con cui i settori interessati collaboreranno alla verifica che dovrà essere completata entro la fine dell’anno. Da questo tavolo, nasce anche l’auspicio che siano gli stessi cittadini a rimuovere spontaneamente le situazioni anomali proprio perché la nostra non vuole essere un’azione punitiva, ma un modo per condividere l’esigenza di dare più decoro sicurezza ed agibilità al Capoluogo di regione”. I primi accertamenti effettuati, seguendo le planimetrie catastali in possesso al settore Patrimonio, hanno rilevato ventidue situazioni anomale di occupazione di suolo pubblico, alcune delle quali interessate da interventi edilizi. Le occupazioni vanno dalla realizzazione di aiuole a quelle che riguardano la costruzione di rampe di scale di accesso a fabbricati, posizionamento di ringhiere metalliche, collocazione di paletti in ferro e passi carrabili non autorizzati. Tutte realizzazioni che ora saranno attentamente valutate dai settori competenti di palazzo de Nobili.