quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: Giornale di Calabria
Data: 10/10/2007
Autore: Redazione
Giornale di Calabria
Cosenza: Risorse umane, questione complessa
Provincia: Cosenza
Comune: Cosenza
Argomento: Cronaca
Cosenza: Risorse umane, questione complessa

Il commissario liquidatore dell’Arssa, Antonio Costantini, presenti i dirigenti dell’agenzia, ha incontrato le delegazioni sindacali di Fp -Cgil Calabria, Fp - Cisl, Rsu - Arssa, Confsal, Confail. Oggetto della convocazione: l’informativa riguardante la fase liquidatoria, provvedimenti adottati, esodo del personale del Comparto. “L’informativa del Commissario Costantini - si apprende da una nota dell’agenzia - si è incentrata sul Piano di incentivazione - cessazione anticipata dal servizio dei dipendenti dell’intero Comparto Arssa ed ex Esac-Impresa, previsto dalla L.R. 11/5/2007 n. 9, per la cui predisposizione s’è reso necessario fare riferimento ai dettami della normativa regionale n. 8 /2005, che ha disciplinato l’esodo incentivato per il personale dell’Agenzia per i Servizi in Agricoltura della Regione Calabria. Il Piano, nella sostanza, è stato uniformato all’analoga proposta presentata all’Esecutivo regionale dal parte dell’AFOR”. Costantini “dopo aver fornito ai presenti alcuni elementi tecnici che caratterizzano il Piano per l’esodo dei dipendenti, già acquisito dalle competenti strutture della Giunta regionale, per le necessarie determinazioni, ha informato il sindacato che tale adempimento è indicato quale prioritario elemento d’intervento da parte della gestione liquidatoria”. Il Commissario Arssa ha posto l’accento sulla complessa questione delle risorse umane, “sia di quelle che lasceranno le attività di servizio, sia delle restanti unità chiamate a continuare ad assolvere le importanti funzioni d’istituto presso gli altri Organismi individuati dal legislatore. Riguardo a quest’ultimo aspetto, si dovrà elaborare specifico elenco di tutto il personale dell’Agenzia, contenente ogni dato utile sui dipendenti”. I rappresentanti sindacali “hanno sollecitato altre problematiche riguardanti il contratto di Comparto, l’entità del fondo del salario accessorio e delle posizioni organizzative, la costituzione della delegazione trattante di parte pubblica, per la gestione delle procedure delle nuove scadenze e atti conseguenti; al riguardo è stato assunto impegno per attivare tutte le procedure previste, compresa quella per il prossimo rinnovo della RSU aziendale”. Altro riferimento il Commissario ha fatto sia al piano delle dismissioni dei beni patrimoniali, che è in corso, sia alla futura gestione degli impianti di risalita, cui è stata avviata trattativa con i Soggetti pubblici indicati dalla normativa. La delegazione sindacale, da parte sua, “con vari contributi, ha sottoposto all’attenzione del Commissario Costantini, le priorità complessive che caratterizzano le diverse realtà dell’Agenzia, con particolare evidenza alla questione del personale del Comparto e sulla proposta di esodo che dovrà consentire al personale interessato una serena valutazione per la decisione finale”. Riguardo sempre all’esodo del personale ed agli Atti gestionali del commissario liquidatore, la delegazione sindacale “ha auspicato che il metodo del confronto e della verifica dei percorsi diventino un punto di forza, per meglio affrontare con l’interlocutore regionale le diverse questioni aperte, compresa la stabilizzazione del personale precario per la quale vertenza s’auspicano risvolti positivi nel breve periodo”. Altri importanti argomenti in agenda attenderanno, nelle prossime settimane, l’impegno della gestione liquidatoria, in armonia con le direttive indicate dalla giunta regionale, soprattutto per quanto inerente la destinazione del personale agli organismi pubblici delegati ed altri adempimenti propri della l.r. n.9/07”.