quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: Il Crotonese
Data: 10/10/2007
Autore: Redazione
Il Crotonese
Crotone: FI, Crugliano assicura una svolta
Provincia: Crotone
Comune: Crotone
Argomento: Politica
Crotone: FI, Crugliano assicura una svolta

Da movimento a partito politico, il congresso del Coordinamento provinciale di Forza italia tenutosi il pomeriggio di domenica scorsa al Bastione Toledo di Crotone, ha espresso fortemente questa volontà, anche in virtù del fatto che l’assise del 7 ottobre ha rappresentato il primo congresso provinciale sul territorio nazionale per il nuovo organigramma e per la campagna di tesseramento.
Ha coordinato i lavori in una sala gremita di gente per niente scoraggiata dal caldo afoso e dal tempo imbronciato, il vice commissario cittadino Franco Iona, coadiuvato dal coordinatore cittadino Emilio Trocino, dal vice coordinatore regionale Maurizio Vento, dal senatore Filippo Piccone e dal commissario uscente Gennaro Crugliano. Il senatore abbruzzese Piccone, era presente in qualità di presidente del congresso e di garante dei lavori in cui sono stati nominati il nuovo coordinatore provinciale nella persona di Gennaro Crugliano, il coordinatore vicario con la nomina di Franco Iona più i membri elettivi, i responsabili di settore e di dipartimento. Molti i rappresentanti della Cdl che hanno voluto partecipare al Congresso di Fi, e i quali, con le loro folte delegazioni (ma soprattutto con l’entusiasmo registrato nei loro interventi), hanno dato un chiaro segnale di voler chiudere con il passato e di avviare una nuova stagione fatta “più di progetti e di obiettivi concreti” che di sterili discussioni sull’organizzazione e sugli incarichi di partito.
Così si è espresso infatti Filippo Piccone che, primo tra i relatori che si sono avvicendati al podio, ha insistito molto sulla necessità di “dare a questo Paese una classe dirigente compiuta per farlo crescere”, e perché “è meglio essere attori che spettatori del proprio domani”.
Strizzando l’occhio, con questo, ai movimenti che vieppiù stanno nascendo sul nostro territorio e alcuni dei quali erano presenti al Bastione e sono intervenuti nel dibattito. Difatti, parlando a un certo punto di sviluppo turistico, di infrastrutture, di formazione e quant’altro attiene a questo settore, Piccone ha detto: “Scendendo dall’aereo, mi sono venuti i brividi vedendo le opportunità che la provincia di Crotone ha in questo comparto”. Ed ha concluso: “Noi abbiamo davanti un futuro: o decidiamo di subirlo, o decidiamo di costruirlo”.
Molto più esplicita è stata invece la frecciatina di Maurizio Vento all’indirizzo di Ottavio Tesoriere, perché dopo aver ricostruito le ultime fasi del movimento azzurro dal commissariamento alla riorganizzazione (“grazie anche all’indefesso lavoro di Franco Iona”), ha aggiunto: “Intanto qualcuno si è perso per strada; ma la costruzione di un partito ha bisogno di regole, e chi voleva delegittimarci, oggi è stato definitivamente smentito. Giancarlo Pittelli è il coordinatore regionale di Fi, e perciò mettiamoci una pietra sopra!”.
Di progressione in progressione, con la sua relazione sui circa due anni di commisariamento del partito, Gennaro Crugliano ha steso davvero una pietra tombale sulla passata gestione di cui ha denunciato il “mancato raccordo tra dirigenza e base”, la “diaspora da parte di simpatizzanti e soci stanchi di attendere che qualcosa cambiasse”, e quindi l’inarrestabile disfacimento della compagine a cominciare dalle elezioni provinciali (“prima avvisaglia”), per continuare con “malintesi e dissapori nella Cdl” che hanno poi condotto alla sua nomina come commissario.