quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: Giornale di Calabria
Data: 11/10/2007
Autore: Redazione
Giornale di Calabria
Al via la ricostruzione di Cerzeto
Provincia: Cosenza
Comune: Cerzeto
Argomento: Lavori Pubblici
Al via la ricostruzione di Cerzeto

Sono stati consegnati mercoledì 10 ottobre a Cavallerizzo di Cerzeto i lavori per la ricostruzione della frazione distrutta nel marzo del 2005 a causa di una frana verificatasi a monte del centro abitato, con la conseguente evacuazione di trecento persone. “Da questo momento - ha detto Flavio Siniscalchi, dirigente del Dipartimento della Protezione civile e responsabile della struttura di missione - decorrono i termini progettuali per la realizzazione della rinascita della frazione Cavallerizzo. Entro la fine dell’anno saranno in funzione alcuni capannoni che ospiteranno due imprese edili ed una falegnameria, realtà preesistenti e distrutte dall’evento. Da oggi, inoltre, decorre il periodo di novecento giorni che ci porterà fino ad aprile del 2010 alla consegna delle nuove abitazioni di tutti gli sfollati che vedranno garantiti anche i rapporti di vicinato che esistevano all’epoca”. Allo stato, ha spiegato ancora Siniscalchi, si è provveduto ad effettuare il disboscamento di una superficie pari a 100 mila metri quadri ed alla movimentazione del terreno con l’individuazione delle tracce stradali e degli scavi delle fondamenta. A progetto realizzato la nuova frazione potrà contare su cinque nuovi quartieri, per un totale di 250 abitazioni. Alla cerimonia hanno partecipato il prefetto di Cosenza, Pietro Lisi; l’arcivescovo di San Marco Argentano, mons. Domenico Crusco; l’assessore ai Lavori pubblici della Regione Calabria, Luigi Incarnato, ed il sindaco di Cerzeto, Ermenegildo Lata. “È passato più tempo del previsto ma oggi inizia concretamente la resurrezione di Cavallerizzo. Ci sono stato il giorno della catastrofe e delle lacrime, ci sono stato più volte per seguire le vicende della ricostruzione assieme a Guido Bertolaso e alla Protezione Civile e mi spiace di non potere presenziare oggi alla posa della prima pietra. Col cuore, però, sono tra quella gente che ha sofferto e ha lottato per avere una sistemazione dignitosa che adesso arriverà, speriamo a breve”. Lo afferma il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero, che avrebbe dovuto partecipare alla cerimonia di Cerzeto dove si avviano i lavori per la nuova Cavallerizzo, ma che è stato trattenuto altrove per irrinunciabili impegni istituzionali. “Voglio fare avere, ad ogni modo, alla gente di Cavallerizzo - ha aggiunto il presidente Loiero in una nota del portavoce - la mia rinnovata solidarietà il mio sincero augurio, convinto che il loro calvario iniziato nel marzo 2005 sarà presto finito. Seguirò con insistenza la vicenda, così come ho fatto fino a oggi. E spero di esserci quando le case saranno completate, assegnate, il giorno in cui Cavallerizzo tornerà a nuova vita, un paese moderno ma rispettoso delle tradizioni etniche e culturali, cosa a cui i progettisti sono stati attenti, grazie anche all’impegno e agli stimoli degli abitanti. La ricostruzione di Cavallerizzo di Cerzeto - ha concluso Loiero - è stata una scommessa personale e per il governo regionale da me guidato, una scommessa che però riterrò vinta nel momento in cui i lavori saranno tutti conclusi”. “La ricostruzione di Cavallerizzo di Cerzeto rappresenta una concreta condizione che fa registrare con ottimismo il lavoro di concerto messo in campo dalle istituzioni e, nel contempo, indica un modello possibile per affrontare in Calabria casi emergenziali realizzando obiettivi soddisfacenti per le comunità, a volte trascurate, e per i territori che stentano a trovare reali soluzioni ai problemi prodotti da eventi calamitosi”. È quanto ha affermato l’assessore regionale ai Lavori pubblici, Luigi Incarnato. “Incarnato, che ha portato il saluto del presidente della Regione Loiero, trattenuto a Catanzaro da irrinunciabili appuntamenti istituzional