quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: La Provincia Cosentina
Data: 11/10/2007
Autore: Redazione
La Provincia Cosentina
Montalto Uffugo: Principe non mantiene le promesse
Provincia: Cosenza
Comune: Montalto Uffugo
Argomento: Politica
Montalto Uffugo: Principe non mantiene le promesse

Il sindaco di Montalto, Gravina, contro l’assessore: «Mai arrivati i 200mila euro per il festival»

Soddisfatto della riuscita delle manifestazioni culturali dell’estate e del Leoncavallo Festival e deluso per il comportamento dell’assessore regionale alla cultura, Sandro Principe, il sindaco di Montalto Ugo Gravina fa un appello al Presidente della Regione e agli spiriti più democratici del consiglio regionale perché la città di Leoncavallo, non avendo avuto il promesso sostegno della Regione, sta facendo grandi sforzi economici per promuovere le attività culturali. Nelle casse del comune la Regione avrebbe dovuto far pervenire 200mila euro ma questo non è avvenuto. Impossibile, ha reso noto inoltre Gravina, comunicare con Principe e con il suo staff che ha definito “avvolto nella nebbia e in un clima di terrore”. Questo black out sorto fra il comune di Montalto e l’assessorato alla cultura secondo il sindaco Gravina è ascrivibile a dei contrasti politici fra lui e Principe. Per il primo cittadino di Montalto il fatto che lui chieda dei servizi a cui la sua città non può più rinunciare susciterebbe il dissenso di Principe, il quale, secondo Gravina, non si comporta come dovrebbe fare un uomo delle istituzioni interessato alle esigenze dell’intero territorio calabrese e non solo al comune di provenienza. “Se davvero Principe vuole promuovere la cultura calabrese – ha asserito Gravina – avrebbe dovuto abbracciare un evento importante come il Festival Leoncavallo che ha avuto risonanza in tutta Italia e anche fuori anziché non partecipare neppure ad una delle tante iniziative dell’anno leoncavalliano. Eppure questa sua assenza stride con le sue tante apparizioni. Se fossi un assessore regionale – ha continuato – guarderei alle problematiche di tutta la Calabria e non solo a Montalto. Al suo posto non avrei partecipato alla conferenza del Settembre Rendese disertando eventi che valorizzano la regione”.