quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: Giornale di Calabria
Data: 12/10/2007
Autore: Redazione
Giornale di Calabria
Catanzaro: Centro tipologico, Traversa attacca il centrosinistra
Provincia: Catanzaro
Comune: Catanzaro
Argomento: Politica
Catanzaro: Centro tipologico, Traversa attacca il centrosinistra

Michele Traversa, presidente della Provincia di Catanzaro interviene in merito alla vicenda del centro tipologico. “Nei giorni scorsi, rispondendo ad un’interrogazione del consigliere provinciale di Rifondazione Comunista Pino Commodori a proposito dei gravi ritardi nell’avvio del centro tipologico a Catanzaro, - afferma - ho confermato l’intenzione dell’amministrazione provinciale di partecipare alla ricapitalizzazione della società consortile “Centro Tipologico Nazionale”, ribadendo nell’occasione, come tale operazione fosse da ritenersi comunque insufficiente qualora il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti non avesse provveduto a svincolare il previsto finanziamento di 5 milioni di euro a favore della citata società. A tale inadempienza si sommava il ritardo della Regione Calabria, che avendo impiegato oltre un anno per assentire all’integrazione del protocollo d’intesa già approvato dal Comune e dalla Provincia di Catanzaro, dilatava i tempi per l’auspicata rilocalizzazione del Laboratorio Tipologico Nazionale nella nostra regione. Essendo dunque i ritardi tutti imputabili alla inefficienza e alle responsabilità dei governi di centrosinistra dei quali Rifondazione Comunista è parte tanto a livello centrale che a livello regionale, mi permettevo di invitare Commodari a rivolgere attenzioni e sollecitazioni ai rappresentanti della sua parte politica e non altrove. Il solerte consigliere prendeva alla lettera i miei suggerimenti ed è di ieri la notizia dell’interrogazione posta dal segretario di Rifondazione Comunista Franco Giordano al Ministro per le Infrastrutture Antonio Di Pietro, a proposito dei ritardi nel trasferimento dei 5 milioni di euro indispensabili per l’avvio del Centro Tipologico. Un intervento autorevole quello di Giordano evidentemente sollecitato da Commodori, che sposta il dissenso tra le diverse componenti della maggioranza dalla piazza alle aule parlamentari e che speriamo comunque produca un esito positivo nell’interesse della città capoluogo”.