quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: DNA - Daily News Agency
Data: 12/10/2007
Autore: Redazione
DNA - Daily News Agency
Vibo Valentia: Incontro di studio tra Confindustria e Amici della Terra
Provincia: Vibo Valentia
Comune: Vibo Valentia
Argomento: Ambiente
Vibo Valentia: Incontro di studio tra Confindustria e Amici della Terra

Stato di salute del mare calabrese, situazione ambientale, erosione delle coste e sviluppo del territorio, di questo si è discusso il 10 ottobre in un incontro tenutosi presso la sede di Confindustria Vibo Valentia, tra la Sezione Turismo e l’Associazione ambientalista “Amici della Terra” rappresentata per l’occasione dal componente nazionale di tale Associazione, il Geologo Mario Pileggi.
Partendo da un rapporto sullo stato di salute dei mari della Calabria e sull’erosione delle coste, presentato dall’Associazione “Amici della Terra”, si è raggiunto infatti un accordo tra la Sezione Turismo di Confindustria Vibo Valentia e l’Associazione ambientalista, che prevede una serie di interventi atti a mantenere sempre sotto controllo la situazione ambientale in genere, con particolare interesse al mare ed alle coste, attraverso continui monitoraggi che possano garantire dati sui quali poi intervenire, coinvolgendo per quanto di propria competenza anche gli enti pubblici deputati a tali controlli.
Una diretta interazione fra le parti, potrebbe in tal senso contribuire ad accelerare la crescita del territorio, creando un modello di sviluppo che sappia coniugare i temi legati al turismo con la salvaguardia dell’ecosistema.
L’imprenditore, sostiene Giuseppe Giuliano Presidente della Sezione Turismo di Confindustria Vibo Valentia, è un protagonista della società, e come tale è chiamato ad avere una visione strategica di tutto ciò che ruota intorno all’impresa e conseguenzialmente al territorio.
Bisogna pertanto avere la consapevolezza necessaria di far fronte a quella che è attualmente la situazione delle nostre coste, cercando sinergicamente di dare tutto il nostro apporto, affinché si riesca a preservare il già precario sistema ambientale in una logica di riferimento che è quella dello sviluppo del territorio stesso.
Per le imprese, sostiene Giuliano, orientate alla responsabilità ed alla prevenzione, ciò rappresenta un importante fattore di competitività, per raccogliere la sfida che l’equazione “salvaguardia ambientale=sviluppo” comporta e che si può affrontare stando uniti, in un auspicabile sforzo comune che sia coordinato tra i diversi protagonisti della vita sociale ed economica.
Ben venga pertanto, conclude il Presidente della Sezione Turismo, l’intesa che nasce oggi dalla collaborazione con l’Associazione “Amici della Terra” che spero sia foriera di iniziative che diano quella spinta e quell’impegno necessari, affinché si riesca a garantire un futuro alla nostra terra.