quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: DNA - Daily News Agency
Data: 15/10/2007
Autore: Redazione
DNA - Daily News Agency
Regione Calabria: Loiero soddisfatto per trend in crescita nel 2007
Provincia: Catanzaro
Comune: Catanzaro
Argomento: Turismo
Regione Calabria: Loiero soddisfatto per trend in crescita nel 2007

Nella stagione estiva 2007 la presenza dei turisti in Calabria è aumentata del 3,9 per cento. E’ più che soddisfatto il presidente della Regione Calabria Agazio Loiero.

“E’ un dato inconfutabile – sostiene – non sono proiezioni sondaggistiche. Proviene dall’unica fonte ufficiale alla quale attingono tutti gli altri istituti statistici, compreso l’Istat, i cui dati complessivi, con un’articolazione per regioni, saranno disponibili solo nel febbraio-marzo dell’anno prossimo.
Loiero smentisce così, con “dati ufficiali e certi”, quanto sostenuto dal dirigente della Cgil calabrese Massimo Covello che, durante un incontro promosso ieri a Catanzaro da Rifondazione Comunista, ha parlato di un calo preoccupante nel turismo calabrese. “Ero rimasto molto perplesso di quanto con garbo Covello aveva affermato – dice Loiero – e l’ho pure interrotto spiegando che avevo notizie diverse che oggi posso rendere note”.
L’incremento di cui parla Loiero è stato registrato dall’Osservatorio turistico regionale, secondo il quale quest’anno, nel periodo dal 1 maggio al 31 agosto, i vacanzieri che hanno scelto la nostra regione sono stati 6.336.923, a fronte dei 6.099.954 del 2006. Di questi, 978.191 erano di nazionalità straniera, con un aumento del 10, 8 per cento rispetto alla passata stagione estiva. Il dato nazionale segna un sensibile decremento per la stagione turistica italiana in particolare per quanto riguarda la mobilità turistica interna; infatti, a fronte di 8 italiani su 10 che sono andati in vacanza nel 2006 solo 5 italiani su 10 sono i turisti registrati nel 2007. Nonostante ciò, il flusso turistico italiano verso la Calabria è aumentato del 2,7.
La provincia di Vibo Valentia si è incoronata “regina” del turismo calabrese con una percentuale di incremento delle presenze pari al 9,5, ma la vera sorpresa dell’estate 2007 è stata Catanzaro, scelta dall’8,9 per cento di turisti in più.
“Ovunque sono state premiate le strutture di qualità”, sottolinea Loiero. La prima scelta dei turisti sono state le strutture alberghiere di alta qualità: gli hotel a quattro e cinque stelle hanno registrato un aumento di presenze pari al 14,1 per cento, mentre un calo del 4, 4 per cento ha interessato campeggi e villaggi turistici.
Il mare della nostra regione è stato in generale preferito alla montagna, con il Tirreno che ha superato lo Jonio in fatto di presenze grazie anche a un incremento del 4,5 per cento rispetto al 2006.
I monti e l’entroterra calabrese, però, sono stati scelti dall’8,1 per cento dei vacanzieri in più in rapporto allo scorso anno: 289.890 sui 268.281 della passata stagione.
“La stagione estiva 2007 - commenta il presidente Loiero – è stata importante per testare quanto fosse gradita l’offerta turistica calabrese: dopo la conferma di Vibo Valentia come polo d’attrazione principale della nostra regione, arriva la sorpresa del secondo posto di Catanzaro e della sua provincia. Questo ci incentiva a fare di più e meglio per garantire ai turisti una Calabria con spiagge sicure e mare cristallino. CViò è stato possibile grazie a una accorta politica di marketing del prodotto Calabria e all’impegno profuso per migliorare la qualità delel acque di balneazione con gli interventi effettuati su quasi duecento depuratori. Lavoreremo da subito al successo della stagione estiva 2008”.
Secondo Loiero, poi, “considerati i programmi di promozione turistica regionale è prevedibile che l’aumento già registrato sia destinato ulteriormente a crescere con la stagione invernale ed è quindi prevedibile che l