quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: DNA - Daily News Agency
Data: 22/10/2007
Autore: Redazione
DNA - Daily News Agency
Regione Calabria: Loiero soddisfatto su esito incontri in Turchia
Provincia: Catanzaro
Comune: Catanzaro
Argomento: Politica
Regione Calabria: Loiero soddisfatto su esito incontri in Turchia

“Se ci sono opportunità, come appare, per stabilire rapporti proficui per i nostri imprenditori, abbiamo l’obbligo di perseguirli fino in fondo".

"Italia e Turchia sembrano Paesi così distanti ma non lo sono. Le economie globalizzate rendono possibili scambi fino all’altro ieri impensabili”. Lo ha detto il presidente della Regione Agazio Loiero, a margine dell’incontro che si è tenuto a Istanbul, nell’antica sede della Legazione italiana, con il console generale d’Italia in Turchia, Massimo Rustico e con il direttore dell’istituto italiano per il commercio estero, Roberto Luongo. Rustico e Luongo hanno illustrato al presidente Loiero il quadro generale del Paese che registra progressivamente alti tassi di sviluppo e che potrebbe avere nell’Italia uno dei suoi principali interlocutori economici. Durante l’incontro è stato anche sottolineato come la Calabria potrebbe essere interessata da flussi di turisti turchi in cerca di località cosiddette “di prestigio”, sia marine che montane, con la possibilità, inoltre, di poter creare joint-venture in segmenti economici di eccellenza come la moda o la componentistica meccanica. Il presidente Loiero, che ieri ha avuto un incontro conviviale, nell’ambito di una kermesse dedicata al cibo italiano, con il sindaco dell’area metropolitana di Sisli, la più grande della megalopoli di Instabul, Mustafà Sarigul, ha assicurato che non appena rientrerà in Italia attiverà i dipartimenti per le attività produttive e per il turismo, affinché avviino contatti immediati ed effettuino le opportune verifiche in sede tecnica. Il presidente Loiero, che si trova a Istanbul per il seminario del progetto europeo “City to city” di cui la Calabria è capofila, è intervenuto anche all’Aydin University di Istanbul, di cui è stato ospite, per concludere i lavori a cui hanno partecipato tutti i partner europei del progetto stesso e numerosi studenti dell’ateneo.