quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: Giornale di Calabria
Data: 25/10/2007
Autore: Redazione
Giornale di Calabria
A Roma gli atti su Mastella e Prodi
Provincia: Catanzaro
Comune: Catanzaro
Argomento: Politica
A Roma gli atti su Mastella e Prodi

Il Tribunale dei Ministri, cui il Procuratore generale di Catanzaro ha trasmesso gli atti dell’inchiesta Why Not, valuterà la posizione del ministro della Giustizia, Clemente Mastella, per verificare se i reati ipotizzati nei suoi confronti sarebbero stati commessi quando già era Ministro.
La valutazione del Tribunale dei Ministri riguarderà, anche, le condotte di eventuali complici di Mastella che, sulla base degli atti, devono essere individuati. Per questo motivo il Procuratore generale ha deciso di inviare l’intero fascicolo facendo, comunque, specifico riferimento alla posizione del ministro Mastella e di suoi eventuali correi.
Questa valutazione riguarderà anche il presidente del Consiglio, Romano Prodi, per stabilire se gli eventuali reati sarebbero stati commessi in complicità con il Ministro della Giustizia.
Se invece gli eventuali reati facessero riferimento al periodo in cui Prodi era presidente della Commissione Europea, non vi sarebbe nei confronti del Presidente del Consiglio alcuna competenza dal parte del Tribunale dei Ministri.
Una volta conclusi gli accertamenti, così come disposto dal Procuratore generale, gli atti dell’inchiesta, ad eccezione di quelli riguardanti il ministro Mastella e gli eventuali complici, saranno restituiti alla Procura generale di Catanzaro per il prosieguo delle indagini. Intanto sull’inchiesta parla Antonio Saladino, indagato chiave nell’inchiesta a suo tempo avviata dal sostituto procuratore De Magistris.