quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: La Provincia Cosentina
Data: 25/10/2007
Autore: Redazione
La Provincia Cosentina
Cosenza: Appalti sanità, De Magistris chiede rinvio a giudizio per Loiero
Provincia: Cosenza
Comune: Cosenza
Argomento: Politica
Cosenza: Appalti sanità, De Magistris chiede rinvio a giudizio per Loiero

Il sostituto procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catanzaro, Luigi De Magistris, ha formulato la richiesta di rinvio a giudizio per il presidente della Regione Calabria, Agazio Loiero, e altre otto persone indagate, a vario titolo, per associazione per delinquere finalizzata alla truffa e alla turbativa d'asta in relazione ad appalti per la fornitura di materiale elettromedicale a diverse aziende sanitarie e ospedaliere calabresi.
Secondo l'accusa, gli indagati avrebbero pilotato appalti in favore della ditta Ital Tbs di Trieste. Fra gli indagati, oltre a Loiero, il suo capo di gabinetto Michele Lanzo e altre sette persone.
Intanto il Csm ha fissato per lunedì l'audizione di Lugi De Magistris che dovrà riferire circa l'inchiesta Why Not!ù Oltre a quella del pm di Catanzaro la Commissione ha disposto altre audizioni: tra i convocati il presidente della Corte d'appello di Catanzaro, un aggiunto della procura e il presidente del locale Consiglio dell'ordine.
L'istruttoria che il Csm intende compiere su De Magistris riguarda le sue "reiterate dichiarazioni, rilasciate ad organi di stampa e televisivi o formulate in documenti non giudiziari, contenenti la denuncia di 'collusioni tra politica, imprenditoria e magistrati'".
Dopo le audizioni in programma, la Prima Commissione verificherà se ci sono le condizioni per l'apertura nei suoi confronti della procedura di trasferimento d'ufficio per incompatibilità ambientale.
Potrebbe invece diventare superflua, prima ancora di essere stata avviata, l'istruttoria nei confronti del procuratore di Catanzaro Luigi Lombardi. Il magistrato ha chiesto infatti al Csm di essere destinato ad altra sede. La domanda è arrivata oggi a Palazzo dei Marescialli, proprio poco prima che si riunisse la Prima Commissione chiamata a decidere se chiedere al Plenum il suo trasferimento d'ufficio o l'archiviazione della pratica che lo riguarda. Il primo effetto della richiesta di Lombardi è stato quello di far sospendere la valutazione della sua posizione.
Se accolta, la domanda del procuratore determinerà non solo l'archiviazione della pratica avviata in Prima Commissione, ma probabilmente anche dell'istanza di trasferimento d'ufficio in via cautelare avanzata in sede disciplinare dal ministro Mastella nei suoi confronti.
A prendere in esame già da domani l'istanza di Lombardi saranno la Terza e la Quinta Commissione di Palazzo dei Marescialli.