quiSpot:
rassegna stampa calabrese
Fonte: Giornale di Calabria
Data: 26/10/2007
Autore: Redazione
Giornale di Calabria
Catanzaro: Imprenditorialità al femminile - progetto all´Itas Chimirri
Provincia: Catanzaro
Comune: Catanzaro
Argomento: Attualità
Catanzaro: Imprenditorialità al femminile - progetto all´Itas Chimirri

In chiusura dell’anno scolastico 2006/2007, nell’ambito del Programma Operativo Nazionale “la scuola per lo sviluppo”, si è concluso, l’Itas “B. Chimirri” di Catanzaro, il progetto “Nella stanza dei bottoni”, misura 7, azione 7.2.
Il corso è nato dall’esigenza di intraprendere delle iniziative a sostegno dell’orientamento e dell’acquisizione di competenze tecnico-scientifiche per promuovere l’imprenditorialità nelle scuole secondarie superiori, soprattutto a vantaggio delle donne, spesso emarginate da un contesto sociale e culturale sfavorevole.
Il progetto, di cinquanta ore, si è articolato in una duplice direzione: tecnico-esperenziale per favorire la conoscenza e l’interazione con l’ambiente ed in particolare con il mercato del lavoro, grazie anche ad un continuo confronto con la realtà locale attraverso testimonianze privilegiate e visite guidate; teorico-scientifica, concernente l’illustrazione delle leggi per l’attuazione della parità e la creazione d’impresa.
Le attività svolte hanno mirato a stimolare gli allievi per valorizzare le differenze di genere come possibile elemento di arricchimento nei contesti lavorativi ed a creare occasioni per integrare il percorso scolastico con l’obiettivo finale di agevolare la ricerca del futuro lavoro. L’azione di verifica del percorso è stata effettuata da esperti e tutor al fine di un confronto costante dei risultati conseguiti con quelli attesi per modificare e tarare le attività svolte sulla base delle inclinazioni e degli interessi dei corsisti.
In relazione alle competenze ed abilità acquisite è stato rilasciato, ad attività ultimate, ad ogni corsista una certificazione valida ai fini del credito formativo e del curriculum professionale. Particolarmente attenta è stata l’analisi qualitativa e di valutazione del processo, effettuata da un esperto esterno ed impostata in modo da rilevare, anzitutto, le opinioni dei partecipanti con l’intento di raccogliere dati ed informazioni atti ad analizzare la qualità progettuale e formativa dell’intervento con lo scopo di monitorare il processo, anche apportando eventuali correzioni, che comunque non si sono rese necessarie, e di migliorare gli esiti.