Gerace intervista al sindaco Galluzzo
Gerace intervista al sindaco Galluzzo
di daniela pellicanò

19/06/2007 -

Gerace intervista al sindaco Galluzzo
Estate in… comune

Turismo. Parola chiave, “arma” considerata vincente per la Calabria sin dagli anni ’70.
A che punto siamo? Per saperlo con esattezza abbiamo deciso di ascoltare dalla viva voce dei sindaci dei tanti comuni calabresi cosa è stato realizzato e cosa ancora resta da fare.
Oggi inizia una nuova rubrica “Estate in… comune” per conoscere non solo i programmi per l’imminente stagione ma anche i progetti per il futuro.
Il primo comune visitato è Gerace, il sindaco Salvatore Galluzzo è abbastanza soddisfatto dello stato delle cose “Gerace è uno dei pochi comuni che riesce ad attrarre gruppi organizzati anche tra settembre e novembre e tra marzo e giugno, quindi rispetto ad altri centri storici della locride siamo un po’ più avanti”. Ma questo non può bastare ecco perché lo scenario del prossimo futuro sarà diverso. “Il comprensorio in cui vive Gerace gode del turismo solo per tre o quattro mesi l’anno” bisogna fare di più e per questo è necessaria “una forte programmazione regionale e provinciale”.
Anche perché, continua il sindaco “quando si parla di turismo non dobbiamo pensare solo al mare, al sole, alla montagna e alle bellezze architettoniche ma anche alle infrastrutture, all’ambiente, alla viabilità, a tutto quello che permette al turista di venire e stare bene”. Per raggiungere questi obiettivi “si è aperto un tavolo di concertazione con la Regione Calabria in vista della programmazione dei fondi europei 2007-2013”. Ma il sindaco a tutto questo aggiunge anche un sogno “rivitalizzare questo centro storico attraverso l’ospitalità diffusa. Abbiamo un tessuto urbanistico intatto che presenta un certo numero di case sfitte o abbandonate. L’idea è quella di rimettere in piedi questo tessuto e costituire una società mista”, sarebbe bello fare in modo che “il turista si ritrovasse nel centro storico di Gerace che lo accoglie come se fosse un grande albergo”.
Nel frattempo il comune dà il via alla stagione estiva il 26 luglio con “Il borgo incantato la rassegna internazionale di artisti di strada associata ad un itinerario enogastronomico che coinvolge tutto il centro storico e che ogni anno ospita dalle 10 alle 15mila persone”. Un’altra perla è il museo diocesano che quest’anno ha superato, come presenze il museo di Padova.
daniela pellicanò

Per ammirare Gerace e ascoltare l’intervista integrale al sindaco clicca sul pulsante > nel video in basso e attendi qualche secondo

Commenti degli utenti
Nessun commento rilasciato.